Enoteca ristorante "I Mal’avvezzi", dove mangiare bene è un vizio

Il secondo significato di "malavvezzo" sul vocabolario Treccani è: [che ha contratto cattive abitudini in seguito a un'educazione eccessivamente indulgente e permissiva] ≈ viziato. E in effetti termine migliore per designare questo ristorante.. dove il buon cibo e il buon vino ci viziano con gusti e profumi sfiziosi e ricercati..

Il secondo significato di "malavvezzo" sul vocabolario Treccani è: [che ha contratto cattive abitudini in seguito a un'educazione eccessivamente indulgente e permissiva] ≈ viziato.

E in effetti termine migliore per designare questo ristorante che nasce inizialmente come una prestigiosa enoteca non c’è: gli avventori, già dopo la prima volta, diventano malavvezzi in forza d’una educazione al cibo e al vino talmente elevata che tornare indietro a ristoranti più modesti accontentandosi di piatti meno raffinati risulta difficile se non impossibile.

Gestita da Dario Nenci – che potete conoscere nell’ottimo video girato e montato da Enzo – e dai suoi due soci Lorenzo Mannarino e Massimo Barboni, l’enoteca prende le mosse nell’aprile del 2013 per poi trasformarsi in un vero e proprio ristorante Gourmet nell’ottobre del 2015.

Insieme a un’ampia selezione di vini italiani e francesi, in questo ristorante semplice e al contempo chic,
si può gustare:

Per iniziare:Per finire:
Tartare di branzino, rapa rossa e spuma di zafferano imprunetino La selezione dei formaggi
Calamaro ripieno di animelle e gambero, zuppetta di crostacei, Porcini e timo Charlotte di mascarpone, fragole, pinoli tostati e salsa di cioccolato fondente
Panzanella croccante, stracciatella e acciughine Creme Brûlèe profumata al rosmarino, confettura di susine gialle
Polpettoncino di faraona marinata al pepe Sichuan, salsa di soia e carote Semifreddo al frutto della passione, crumble al cocco, lime, menta e cioccolato bianco
Insalata di radicchi, caprino erborinato, croccante di noci e lamponi La nostra frutta fresca

E nel mezzo:

La Pasta:Per continuare:
Tortelli di pappa al pomodoro, crema di burrata, sardine marinate e basilico Ombrina, crema di cozze, taccole e patate viola croccanti
Risotto al pomodoro fresco, la sua polvere, vongole e triglia “Parmigiana di baccalà mantecato”, melanzana alla piastra, fonduta di parmigiano e pomodoro
Tagliatelle Fabbri alla crema d’aglio dolce, crudo di gambero rosso e friggitelli Polpo, buglioncino di verdure,burrata affumicata e basilico
Cappelletti di gorgonzola, battuta di manzo, radicchio e cipolla di Tropea, mandorle Controfiletto di manzetta prussiana, giardiniera di verdure, tortino di patate all’erbette
Gnocchetti di zucca gialla al sugo di coniglio in bianco e carciofi Coppa di maiale a bassa temperatura, fagioli borlotti mantecati all’olio e cipollotti brasati

Credo che un menù simile dica più di mille parole. O no?

 

Buon appetito da Chianti-Life!